.

Categoria: 

BALDACCINI E CAPPELLETTI RIACCENDONO LA TRASLAVAL

Maurizio Torri
30/6/2009

-Terza tappa oggi a Soraga con il podio “sconvolto” da Baldaccini e Cappelletti
-La leadership nella generale rimane sempre nelle mani di Zenucchi
-Tra le donne Ana Nanu è attaccata in salita ma resiste e vince nuovamente

Non era poi così scontato, ma “finalmente” la Traslaval 2009 ha un nuovo vincitore di tappa, Alex Baldaccini. Oggi si correva appunto la terza tappa del Giro Podistico della Val di Fassa, sulle affascinati Dolomiti trentine. Una tappa severa, con 14,75 km a Soraga, metà dei quali in ripida salita e l’altra metà in discesa, che picchiava proprio. Ha vinto uno dei più giovani, il bergamasco Alex Baldaccini già campione italiano junior di corsa in montagna, mentre tra le donne si è ripetuta, tre su tre, Ana Nanu.
Mattinata da incorniciare, cielo limpido e terso, temperatura fresca, giusta per una corsa di fatica. Partenza ed arrivo al parco fluviale di Soraga, poi, dopo una veloce sgambata sulla pista ciclabile, la salita su sterrato che impennava fin da subito.
Pochi attimi in gruppo e poi in tre si sono sfilati, i tre del podio virtuale della classifica generale e vale a dire Emanuele Zenucchi, Alex Baldaccini e Matteo Pigoni. Alle porte di Soraga avevano in coda, ad una ventina di metri, Daniele Sequi, Cristiano Di Vico e Daniele Cappelletti. Molto più staccato l’atteso don Franco Torresani, che anche oggi dopo la messa mattutina al suo paese si è tolto la tonaca ed ha indossato calzoncini e scarpette.
Le tre donne del podio invece erano racchiuse in un fazzoletto di secondi, tutte e tre a controllarsi, con Elena Casaro che in salita ha messo alla corda le due rivali Nanu e Ursella con continui scatti e tentativi di allungo.
Dopo un paio di chilometri i due bergamaschi Zenucchi e Baldaccini hanno imposto un ritmo impossibile per i rivali, e dietro si è incaricato dell’inseguimento proprio don Franco Torresani, con un veloce e reattivo Daniele Cappelletti alle calcagna.
Progressione lenta ma efficace per Pigoni, che a metà salita era buon quinto, anche se per un attimo ha fatto temere di non riuscire a reggere il ritmo, incalzato da Di Vico e Mauro Rossi, tutti gli altri invece erano più staccati.
Zenucchi ha tirato per tutta la salita, con Baldaccini alle sue spalle, mentre Torresani ha avuto il cambio da Cappelletti. A 500 metri dallo scollinamento di Baita Pociace i due di testa erano incollati, ad una manciata di secondi c’era Torresani e subito dietro Cappelletti. È stato quest’ultimo l’artefice della manovra che ha cambiato le sorti della gara. È partito a razzo, scavalcando Zenucchi e Baldaccini proprio prima del single track che corrispondeva all’inizio della discesa, lasciandoli esterrefatti.
Così Cappelletti ha cercato di prendere il largo in discesa, ma Baldaccini ha risposto all’attacco ed è andato a riacciuffarlo. Sorpreso anche Zenucchi, che si è messo subito sulle calcagna dei due fuggitivi. In discesa c’è stato anche l’exploit di Pigoni che ha raggiunto Torresani ed ha cercato di avvicinarsi ai tre fuggitivi.
In discesa Baldaccini ha sfoderato la sua proverbiale preparazione ed è andato così gradatamente aumentando il suo vantaggio, tagliando il traguardo per primo col tempo di 53’44”, con 33” su Daniele Cappelletti, altra rivelazione di giornata, e 38” su Zenucchi che si è limitato a controllare la situazione amministrando il vantaggio accumulato nelle prime due tappe. Quarto ma leggermente staccato Pigoni, davanti a Torrresani.
Ora nella generale Zenucchi è in testa con 36” su Baldaccini e 1’48” su Pigoni.
La gara femminile, dopo gli scatti in salita della Casaro, si è assestata con l’attacco in discesa di Ana Nanu, la rumena capoclassifica, che è andata a mettere il terzo sigillo su tre tappe, guadagnando sulla Ursella ancora 58” ed ora la sua posizione di leader è sempre più solida, con 3’4” di scarto sulla Ursella e oltre 6’ sulla Casaro.
Domani giornata di riposo, giovedì una tappa tutta nuova a Canazei con 11 chilometri che salgono fino ad Alba e tra i boschi che sovrastano le frazioni di Lorenz e Vera, con uno scollinamento in quota che propone un panorama veramente mozzafiato sulla parete del Gran Vernel. Una discesa piuttosto impegnativa darà modo agli specialisti di rimettersi in gioco.
Info: www.traslaval.com

Classifica 3.a tappa:
Maschile
1) Baldaccini Alex (G.S. Orobie) 0:53:44; 2) Cappelletti Daniele (Alpini Paracadutisti) 0:54:17; 3) Zenucchi Emanuele (Gruppo Satrini - Gang Dell'umbria) 0:54:22; 4) Pigoni Matteo (Podistica Mds) 0:54:57; 5) Torresani Franco (Asd Genzianella Telve Di Sopra) 0:55:22; 6) Di Vico Cristiano (Atletica Castello) 0:56:02; 7) Toniolo Mauro (Atletica Verbano) 0:57:12; 8) Bitossi Marco (Nuova Atletica Lastra) 0:57:15; 9) Sequi Daniele (Atletica Castello) 0:57:23; 10) Basoli Andrea (Runners Valbossa) 0:57:41;
Femminile
1) Nanu Ana (Gabbi) 1:02:30; 2) Ursella Laura (Atletica Buja - Treppo Grande) 1:03:28; 3) Casaro Elena (Athletic Club 2000) 1:04:36; 4) Passera Cinzia (Runners Valbossa) 1:06:53; 5) Cammalleri Grazia (Tranese) 1:10:49; 6) Bianconi Tatiana (Amatori Lecco) 1:12:47; 7) Mazzel Arianna (Atl. Fassa 2008) 1:14:00; 8) Pergola Mirella (A.S.D. Venice Marathon) 1:14:35; 9) Rota Donatella (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) 1:15:14; 10) Caracoi Mirella (Libero) 1:15:16

Classifica dopo 3 Tappe
Maschile
1) Zenucchi Emanuele (Gruppo Satrini - Gang Dell'umbria) 1.47.28; 2) Baldaccini Alex (G.S. Orobie) 1.48.04; 3) Pigoni Matteo (Podistica Mds) 1.49.16; 4) Cappelletti Daniele (Alpini Paracadutisti) 1.51.08; 5) Torresani Franco (Asd Genzianella Telve Di Sopra) 1.51.40
Femminile
1) Nanu Ana (Gabbi) 2.05.03; 2) Ursella Laura (Atletica Buja - Treppo Grande) 2.08.07; 3) Casaro Elena (Athletic Club 2000) 2.11.07; 4) Passera Cinzia (Runners Valbossa) 2.15.35; 5) Cammalleri Grazia (Tranese) 2.22.11

Aggiungi un commento