.Scarpa

Categoria: 

COPPA EUROPA SCI ALPINO FEMMINILE - GRESSONEY (AOSTA)

Maurizio Torri
10/12/2010

SVEDESI SENZA RIVALI IN COPPA EUROPA FEMMINILE. A GRESSONEY (AO) IL PRIMO DEI DUE SLALOM DI COPPA

Parla svedese il primo slalom di Coppa Europa femminile di scena oggi a Gressoney-Saint-Jean (AO)...

Le più abili tra i pali stretti della "Leonardo David" sono state Frida Hansdotter e la connazionale Therese Borssen, brave a tenere dietro la forte tedesca Christina Geiger, che aveva chiuso la prima manche con il miglior tempo.
Cielo limpido e forte vento hanno accompagnato fin dalla prima mattinata le atlete su quella che da molti è considerata tra le più belle piste da sci a livello internazionale. A tracciare la prima frazione sulla "Leo David" di Gressoney è stato il coach azzurro Roberto Lorenzi. Una manche spigolosa che ha subito mietuto illustri vittime, tra cui la forte slovacca Zuzulova, la vice campionessa europea Wikstroem e la svizzera Bonjour. Come detto, la più veloce di tutte è stata la teutonica Geiger, già vincitrice dello slalom di Coppa Europa sempre a Gressoney lo scorso gennaio.
Le nevi valdostane sembravano quindi portare assai fortuna alla ventenne sciatrice di Oberstdorf, campionessa del mondo junior in carica tra i rapid gates, e pronta ad indossare una nuova preziosa medaglia oggi. Dietro alla Geiger dopo la prima manche c'erano la connazionale Wirth e le svedesi Swenn-Larsson e Hansdotter, tutte racchiuse in soli 71 centesimi. Le uniche italiane qualificate alla seconda manche sono state la piemontese Camilla Borsotti e la bresciana Sabrina Fanchini.
La seconda frazione, tracciata da Christian Meyer, è sembrata più clemente con le concorrenti in gara e forse meno difficile rispetto alla prima. Ma si sa che ogni manche ha la sua storia, e bisogna dare il massimo fino in fondo. Copione seguito alla lettera dalla ventiquattrenne Hansdotter, che dopo aver chiuso quarta la prima manche, si è presentata al cancelletto col coltello fra i denti. La svedese non si è lasciata intimorire dal fatto che tre delle quattro atlete prima di lei erano saltate, e lungo la Leonardo David è scesa a tutta. Già nona nello slalom di Coppa del Mondo ad Aspen di fine novembre, la Hansdotter ha dimostrato oggi di avere la stoffa della fuoriclasse e nessuna tra Swenn-Larsson, Wirth e Geiger, scese dopo di lei, è riuscita a toglierle di dosso un oro più che meritato.
"Mi sono divertita molto oggi – ha dichiarato a fine gara la Hansdotter – e sono riuscita a rimanere concentrata e in palla in entrambe le manches. Lo slalom è la mia specialità e contavo di fare bene in questa prima gara di stagione."
Tra le italiane la migliore al termine delle due manches è stata la sorellina di casa Fanchini, ovvero Sabrina, che si è piazzata decima. "Questa è una pista fantastica – ha commentato l'azzurra al termine della sua prova – e voglio per questo fare i complimenti agli organizzatori. Sono soddisfattissima di come è andata, era il primo slalom di Coppa e mi sentivo decisamente bene, anche se personalmente prediligo il gigante."
Stasera nel tendone allestito nei pressi del traguardo ci saranno golosità nostrane e musica con il gruppo "Absolute Five Cover Band" a partire dalle 18.30.
La "Leonardo David" si accenderà nuovamente – e stavolta in tutti i sensi – domani sera per lo slalom in notturna con lo start fissato per le 17.30. Le "ladies" di Coppa Europa torneranno in pista e saranno ancora una volta scintille...tra i pali stretti.
Info: www.sciclubgressoneymonterosa.it

Classifica:

1) HANSDOTTER Frida SWE 1'39.74; 2) BORSSEN Therese SWE +0.31; 3) GEIGER Christina GER +3.55; 4) WIRTH Barbara GER +4.95; 5) SWENN-LARSSON Anna SWE +6.67; 6) JELUSIC Ana CRO +13.52; 7) GOOD Esther SUI +15.17; 8) PERNER Nina GER +17.92; 9) HOLDENER Wendy SUI +18.1

Aggiungi un commento