.Scarpa

Categoria: 

POLARTEC SCUFONEDA 2013 - MOENA (TN)

Sottotitolo: 
Grande spetacolo sulla parte nord del Col Margherita...

Redazione
11/3/2013
Tags: 
polartec
scufoneda
2013
risultati
moena
trentino

Il campo di gara innevato di fresco, ha offerto, quelle che gli appassionati del freeride, definiscono come la migliore e più spettacolare neve polverosa e vergine da domare...

opo un anno di attesa, causato dello scarso innevamento della stagione scorsa è tornato il grande spettacolo del freeride, sulla parete Nord del Col Margherita, al passo San Pellegrino che questa mattina si è presentato ai 32 agguerriti concorrenti, provenienti da tutto il mondo,  ammessi alla finale di oggi della Polartec Scufoneda Freeride Cup,. Il campo di gara innevato di fresco, ha offerto, quelle che gli appassionati del freeride, definiscono come la migliore e più spettacolare neve polverosa e vergine da domare lungo l’impegnativo pendio del Col Margherita.

 

Foltissimo il pubblico assiepato al parterre, da dove il maxischermo ha trasmesso le immagini in diretta della gara, oltre che i concorrenti per il primo tratto del tracciato liberamente scelto da ognuno per raggiungere nella traccia ideale e con meno ostacoli naturali il traguardo. Rocce, strapiombi, salti e alberi hanno reso ogni discesa dei concorrenti altamente spettacolare.

 

Le qualifiche di ieri hanno portato al cancelletto di partenza 32 concorrenti, su 96 iscritti alle qualifiche, compresi tra snowboarder, telemarker e freerider, di cui ben sei donne.

La gara ha preso il via oggi alle ore 10.15 con condizioni di visibilità giudicate buone dai giudici di gara e arricchite da un leggero strato di neve caduta nella notte.

 

 

Il numero maggiore di concorrenti ha gareggiato nella categoria “alpineskiing” (sci alpino/freeride), su tutto è emerso il fuoriclasse americano Post Griffin (USA), seguito dal brillantissimo concorrente italiano Silvestro Franchini (ITA), al terzo gradino del podio Marco Rossini, quarto Mattia Felicetti, seguito da Cristian Dallapozza.

 

Corta, ma molto qualificata la classifica delle donne, dove su tutte è prevalsa la badiota Arianna Tricomi (alpineskiing), seguita da Sara Mastel (snowboard), e al terzo posto da Carlotta Sadoch (alpineskiing).

 

La classifica dello snowboard, raccolta in sei concorrenti, ha salutato come vincitore Stefano Munari, seguito da Valle Da Rin Michele, e dall’atleta di casa Maurizio Davarda. Molto applaudito al traguardo.

 

Vincitore assoluto della VII. Polartec Scufoneda Freeride Cup, è risultato l’atleta top della competizione ovvero lo statunitense Post Griffin, uno degli atleti più quotati del circuito internazionale del freeride.

 

 

Molto apprezzato sia dai concorrenti che dal pubblico è stato il nuovo tracciato della gara, che ha preso il via dallo spettacolare sperone roccioso posto dopo il primo strapiombante ripido pendio roccioso del Col Margherita. Massima sicurezza in gara per tutti i concorrenti impegnati nelle singole discese di cui  hanno scelto individualmente la traccia ideale, grazie alla presenza degli uomini del Soccorso Alpino, le Guide Alpine presenti oltre ai giudici lungo il tracciato di gara.

 

Grande merito della riuscita dell’evento che in queste tre intense giornate di escursioni, programmi sociali e gara suddivisa in due giorni, va riconosciuto come sempre agli splendidi volontari degli Scufons, (www.scufons.com), che  nonostante le iniziali avverse condizioni climatiche hanno portato a termine con grande e rinnovato successo la 16. Edizione della Polartec Scufoneda.

 

Foto Courtesy Matteo Zanga

 

Aggiungi un commento