.

Categoria: 

ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CHAMPIONSHIPS 2019

Sottotitolo: 
Oro vertical per Werner Marti e Andrea Mayr....

13/3/2019
Tags: 
ismf skimountaineering world championchips
villar sur olllon
vertical race

Oltre al bronzo assoluto di Antonioli, oro under 23 per Giulia Muarda. A medaglia anche Daniele Corazza 2° junior e Giulia Compagnoni 3ª espoir...

Mercoledì pomeriggio è andata in scena la terza gara in programma dei Mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento sulle nevi svizzere di Villars-sur-Ollon, la Vertical Race, prova di sola salita.
Il Comitato Organizzatore e i tecnici della Federazione Internazionale hanno dovuto, a causa delle avverse condizioni meteo, allestire un percorso di riserva con 420 metri di dislivello diluiti in circa 4 chilometri I primi a partire sono stati Cadetti, poi Junior e infine lo starter ha dato il via ai Senior.
Una gara veloce, anzi velocissima, nei primi metri sono stati Werner Marti, Michele Boscacci e Remi Bonnet a tirare il gruppo. Robert Antonioli ha dovuto recuperare il gruppo di testa perché in partenza ha avuto un problema con la pelle.
Le pendenze non troppo impegnative hanno avvantaggiato le agili falcate dell’atleta di casa Marti che circa a trequarti di gara ha cambiato marcia involandosi verso il traguardo inseguito da Remi Bonnet, Robert Antonioli e Michele Boscacci.
A qualche centinaia di metri dall’arrivo Robert Antonioli ha deciso di andare all’attacco di Remi Bonnet. Werner Marti vince il titolo di Campione del Mondo con il tempo di 25’19, in seconda posizione si è classificato Antonioli con 41 secondi di svantaggio, il podio è stato completato da Remi Bonnet con il tempo di 26’04’’.

Mentre Michele Boscacci e Anton Palzer sono sono rispettivamente quarto e quinto.

 

 

 

 

Nella gara femminile dominio assoluto per l’atleta austriaca Andrea Mayr che con il tempo di 30’22’’ ha confermato il titolo vinto nel 2017 ad Alpago-Piancavallo davanti a Axelle Gachet Mollaret (FRA). Sul terzo gradino del podio è salita la svizzera Victoria Kreuzer (SUI). Mentre le svedesi Johanna Aström e Fanny Borgström sono quarta e quinta.
Per quanto riguarda le categorie giovanili Samuel Equy (SUI) e Giulia Murada (ITA) sono i nuovi Campioni del Mondo nella categoria Espoir, mentre Gay Aurelien (SUI) e Ekaterina Osichkina (RUS) hanno dominato nella categoria Junior.
Tra i cadetti vittoria per gli svizzeri Robin Bussard e Caroline Ulrich.
Domani i Mondiali si fermano per la giornata di riposo, si ritornerà in pista venerdì con la gara simbolo dello scialpinismo, la Team Race, gli atleti della Team Race dovranno affrontare un tracciato di 2440 metri di dislivello positivo (6 salite e due tratti a piedi), le donne invece saranno impegnate su un dislivello di 2160 metri (5 salite e un tratto a piedi).

Aggiungi un commento