.

Categoria: 

4 PASSI IN CASA NOSTRA 2019 - SONDALO (SO)

Sottotitolo: 
Pochi ma buoni alla super classica sondalina...

19/5/2019
Tags: 
4 passi in casa nostra
skyrunning
sondalo
alta valtellina

In barba alle previsioni che hanno scoraggiato gli indecisi, clima umido e freddo, ma niente pioggia per la kermesse griffata Atletica Alta Valtellina....

Ad aprire le danze sono stati i 90 bambini da 0 a 15 anni che hanno regalato ai presenti allegria ed entusiasmo di primo mattino, sul percorso campestre allestito nel parterre del Centro Polifunzionale di Sondalo. Alle 9.30 puntuali la partenza della Skyrace, edizione di respiro internazionale con la presenza di due atleti africani del Team Serim, Dennis Bosire Kiyaka e John Hakizimana. A loro il compito di dare fuoco alle polveri, come da copione, in partenza.

 

 

Il vantaggio dei due sugli inseguitori é andato via via crescendo, con un massimo di quasi 3’ al km 8, alla sommità della prima impegnativa salita di “Scala Piana”. Nella successiva discesa, l’uomo sulla carta più forte, il giovane Hakizama, iniziava a pagare dazio per la desuetudine a certe pendenze. A quel punto, da dietro saliva bene il giovane della Polisportiva Albosaggia, Francesco Leoni. Il ventiquattrenne polivalente di Albosaggia riusciva a recuperare terreno sui battistrada nella seconda parte, anche se i 23,5km del pur duro tracciato sondalino, non erano sufficienti per recuperare tutto terreno sul fuggitivo Kiyaka che andava a tagliare il traguardo vittorioso in 2:05’42”, mancando di 1’ il record del percorso.

 

 

La seconda piazza era appannaggio di Francesco Leoni in 2:10’18”, e il terzo dell’altro rappresentante del Team Serim Luca Arrigoni in 2:16’54”. Solo quarto il fuggitivo della prima ora, Hakizimana, mentre quinto terminava Stefano Rossatti (G.S Rupe Magna).A livello femminile, la continuità del dominio dello squadrone in rosa dell’Atletica Alta Valtellina, è stata messa al sicuro dalla bormina Sarah Palfrader. Ex ciclista, approdata da due stagioni alla corsa già master, Sarah ha ben presto bruciato le tappe, raggiungendo grandi risultati a livello nazionale: il prossimo 8 di giugno infatti vestirà la sua prima maglia azzurra ai mondiali di Trail a Miranda do Corvo (Por). La sua vittoria alla 4 Passi Skyrace non é mai stata in discussione, il suo tempo é risultato migliore di 12’ rispetto a quanto da lei fatto un anno fa.

 

 

Sul podio con lei anche Cristina Giacomelli & Lara Rizzi. Passa così agli annali l’ennesima 4 Passi Skyrace, fin troppo poco partecipata per  di qualità che ha dimostrato l’organizzazione. Una seria riflessione induce a pensare che il clima poco felice ha favorito una partecipazione più massiccia, così come le numerose concomitanze, nella speranza che nel 2020 i numeri possano tornare a crescere nuovamente.

Aggiungi un commento