.Scarpa

Categoria: 

VALENTINO SPEZIALI DA RECORD SUL SENTIERO ROMA

Sottotitolo: 
Dopo molti anni salta il primato di Fabio Contessa...

8/8/2020
Tags: 
sentiero roma
valmasino
valentino speziali

Lo skyrunner di Val Masino ha realizzato il grande sogno che da troppo tempo custodiva gelosamente nel cassetto del proprio comodino....

8h42’32”, Valentino Speziali è da record sul Sentiero Roma. Lo skyrunner di Val Masino ha realizzato il grande sogno che da troppo tempo custodiva gelosamente nel cassetto del proprio comodino, ovvero andare a ritoccare la migliore prestazione cronometrica esistente sulla antica via di comunicazione che collega la Val Chiavenna alla Valmalenco.

 

 

 

 

Un itinerario d’alta quota, ricco di tratti attrezzati, disegnato nel “regno del granito” e divenuto famoso in tutto il mondo per il Trofeo Kima.  Sfruttando al meglio questa estate senza gare, l’atleta del Team Valtellina è riuscito a affrontare questi 54 tecnicissimi km (4500 m D+) in 8H42’32” battendo così il precedente primato di Fabio Contessa (9h04’27”).

 

 

 

 

 

Un impresa non facile visto che da affrontare oltre alla distanza vi erano anche sette valichi alpini sopra i 2500 m di quota.

 

 

 

«E’ stato bellissimo correre nella mia valle, nel mio parco giochi. Sul percorso e all’arrivo sono venuti tanti amici e famigliari, mi hanno seguito sostenuto e tifato. Era il mio sogno cassetto e l’ho finalmente realizzato. La tabella di marcia che mi ero prefissato sono riuscito ad anticiparla su tutti i fronti: 10 minuti in Gianetti e da lì all’Allievi  ne ho guadagnati altri 15. Un po' di sofferenza dopo la Ponti, ma ho stretto i denti spinto dal calore di chi è venuto a sostenermi lungo la discesa».

 

 

 

 

Partito alle 5 di mattina da Novate Mezzola, Valentino Speziali è stato accompagnato in questa lunga cavalcata a fil di cielo da tanti amici skyrunner e da un grande campione, Marco De Gasperi, che a breve potrebbe anche soffiargli questo tanto agognato traguardo: «I record sono fatti per essere battuti e anche il mio primato, lo so, non durerà in eterno. Marco è un campione e un amico, dovesse cimentarsi su questo tracciato di sicuro abbasserà il mio tempo... ma va bene così. Anzi direi che un grande sentiero merita una firma importante e la sua sarebbe quella giusta. Io l'ho fatto per una soddisfazione personale. Per ora so di avere realizzato due sogni in un giorno solo: il record sul sentiero Roma e correre per metà del percorso al fianco del "Dega"».

Aggiungi un commento