.Scarpa

Categoria: 

Arrivano le belle giornate.. Puntiamo verso Villach

Maurizio Torri
4/3/2009

La prima località austriaca che si incontra dopo il confine, a 15 minuti da Tarvisio. Per chi cerca il contatto con la natura lconsigliamo una passeggiata ai laghi di Faak o di Ossiach oppure al Parco Naturale del Dobratsch.

A Villach ogni venerdì alle ore 10 vengono organizzati tour guidati in lingua italiana con partenza dall'ufficio turistico Villach (Bahnhofstraße 3) nei pressi del comune. Ciò che distingue la città di Villach dalle altre cittadine austriache è “il suo essere mediterranea”, non solo per quanto riguarda il clima ma anche per la sua architettura e la mantalità degli abitanti.
Il ponte della Drava che collega il centro storico con la città moderna ha rappresentato per secoli un passaggio sul fiume d'importanza strategica e da allora il suo ruolo non è cambiato poiché chi vuole raggiungere le osterie e i locali deve obbligatoriamente attraversare questo tratto. Villach è una città di cultura e congressi con una storia antica che ha circa 900 anni. Il tour della città permetterà di scoprire il connubio tra queste due identità. Tra stradine storiche e cortili ad archi, si avrà modo di osservare: la Piazza Principale, il cortile di Paracelso, la Chiesa Parrocchiale di St. Jakob, il plastico della città, il Romantik Hotel Post, statue e targhe di bronzo a testimonianza del passato, ma anche il Museo Civico, il Centro Congressi e tanto altro.I laghi di Faak e di Ossiach sono due dei nove specchi d’acqua (…potabile!) della regione di Villach. Per chi desiderasse fare una bella passeggiata all’aria aperta tutt’attorno sono stati realizzati percorsi da running e walking.
Al lago di Faak sono stati sviluppati e dotati di segnaletica ben cinque itinerari da nordic walking con distanze che variano da 4 a 10 chilometri di lunghezza. Si tratta di tracciati di differenti gradi di difficoltà: il dislivello varia dai 75 m ai 120 m che potremmo classificare come una bella camminata. E gli itinerari sono ecocompatibili: a parte alcuni tratti su asfalto, gran parte di essi sono disegnati tra i boschi e i prati delle colline circostanti.
Similare è l'offerta nella zona del lago di Ossiach. Steindorf, per esempio, è il punto di partenza del Nordic Fitness Sports™ Park nella torbiera Bleistätter Moor, con percorsi per la corsa e il nordic walking, a loro volta collegati con il percorso di Ossiach sulla sponda sud. La lunghezza di questi percorsi varia dai 4 agli 11 km con livello di difficoltà adatti per ogni gamba. Gli itinerari sono indicati su una apposita mappa e sono tutti dotati di ottima segnaletica: perdersi sarà impossibile.
Il Parco Naturale del Dobratsch è sinonimo di quiete e aria pura, un’atmosfera in grado di rigenerare corpo, spirito e anima. In quest’area, dichiarata Parco Naturale nel 2002, si sono sviluppate una vasta flora e fauna: ne è prova il giardino botanico alpino "Alpengarten Villach" (visitabile da giugno ad agosto) esteso su oltre 10.000 mq e con 800 specie vegetali suddivise in 25 ambienti naturali. Questo gioiello botanico fondato nel 1973, presenta ai visitatori tutta la bellezza della flora delle Alpi orientali. Fanno parte della fauna tipica del Parco Naturale il biotopo, lo scorpione triestino e tedesco, così come ben 125 tipi di uccelli, pipisterelli, 900 speci differenti di farfalle e altrettanti tipi di piante localizzati in particolre ai piedi della montagna.
Il Parco è raggiungibile anche attraverso una bella strada panoramica, amata da camperisti e motociclisti, lunga 16 km, la quale offre scorci sulla città, i laghi e su gran parte della regione Carizia. Da non perdere la terrazza panoramica a picco sulla “Rote Wand”, la parete rocciosa da cui si staccò anni fa una parte della montagna a causa del terremoto.
Per maggiori informazioni: www.naturparkdobratsch.info

Aggiungi un commento