.Scarpa

Categoria: 

International Lake garda Tour, dal 10 dicembre iscrizioni aperte

Maurizio Torri
1/12/2008

Dopo l'ottimo esito della prima edizione vi è molta attesa per la gara 2009

Mentre gli sportivi sono concentrati sulle neve e sulle discipline invernali, comincia a prendere forma la Lake Garda Tour, la granfondo su strada che, il 15 marzo 2009, porterà gli appassionati del pedale a compiere l’intero giro del Lago di Garda percorrendone le tre sponde, ovvero quella veronese, quella bresciana e quella trentina. Un evento che, rispetto all’edizione passata, sarà organizzato “in toto” dal GS Bardolino di Dante Armanini e dal Comune di Bardolino, la cui partecipazione è riassunta nella passione e nell’intraprendenza dell’assessore allo sport Francesco Marchiori, da sempre vicino al compagno di mille battaglie sportive, Dante Armanini. Proprio per sancire questo nuovo impegno, il nome della gara è cambiato da Garda Lake Tour in Lake Garda Tour, per quello che è in tutti i sensi un evento territoriale, dell’intero Lago di Garda. A confermarlo è il coinvolgimento di ben 28 Comuni, fatto questo che ha comportato un gran lavoro, senza dimenticare il grande impegno e la collaborazione necessaria per riuscire a chiudere al traffico la statale Gardesana (da Gargnano a Riva del Garda) e le gallerie interessate dal passaggio della gara, per attraversare le quali sarà fornito ad ogni concorrente un apposito fanalino. In quest’ottica, tra i tanti Comuni coinvolti, meritano una sottolineatura quelli di Malcesine e Limone (sede dei ristori), così come quelli di Gargnano (impegnato nella chiusura della galleria altrimenti pericolosa al transito), Riva del Garda e Toscolano Maderno, quest’ultimo sede della partenza del percorso medio. Come lo scorso marzo, infatti, saranno due i percorsi, ovvero una granfondo di 155 km ed una medio fondo di 90 km, la prima con partenza dal Lungolago Cornicello di Bardolino, la seconda da Toscolano Maderno (provincia di Brescia), località che i concorrenti interessati raggiungeranno a bordo di un apposito traghetto messo a disposizione dal comitato organizzatore. Il traghetto potrà trasportare un massimo di 520 concorrenti e pertanto, raggiunto questo numero, la segreteria dell’evento sarà costretta a chiudere le iscrizioni del percorso medio, mentre il numero totale dei cicloamatori ammessi in totale alla gara potrà raggiungere le 2000 unità. Gli iscritti al percorso lungo, come detto, partiranno direttamente da Bardolino, anche se il primo tratto sarà di trasferimento a velocità controllata fino a Desenzano, dove avverrà lo “start” ufficiale, ripetendo il copione di successo della prima edizione. La Lake Garda Tour metterà in palio la bellezza di 3.000 Euro di montepremi, al quale si aggiungono i numerosi premi sotto forma di prodotti alimentari e materiale tecnico. Intanto, dal 10 dicembre iscrizioni aperte, effettuabili sia tramite bonifico bancario sia on-line (informazioni sul sito della gara www.lakegardatour.it), ricordando che la Lake Garda Tour adotterà il sistema di cronometraggio attivo proposto da Winning Time. La quota di iscrizione è di 30 Euro per la categoria maschile e di 20 Euro per quella femminile. Altra “chicca” dell’organizzazione veronese, e vera e propria rarità per il mondo delle granfondo, sarà la consegna ad ogni concorrente (a termine gara) di una classifica cartacea, usanza che Dante Armanini ha importato dal Triathlon internazionale Città di Bardolino, altro grande evento organizzato dal team del GS Bardolino. Infine, non mancano le prime indiscrezioni sul pacco gara, che regalerà ad ogni concorrente un comodo paio di guanti termici marchiati Zero Wind. Info: www.lakegardatour.it (Foto e Fonte Newspower)

Aggiungi un commento