.Scarpa

Categoria: 

COPPA EUROPA SCI ALPINO FEMMINILE - GRESSONEY (AOSTA)

Maurizio Torri
11/12/2010

ANCORA LA SVEZIA IN TESTA A GRESSONEY. THERESE BORSSEN VINCE LO SLALOM DI COPPA EUROPA

Prima a scendere, prima nella prima manche e prima sul podio finale. Questa in breve la giornata d'oro di Therese Borssen, ventiseienne slalomista svedese, trionfatrice oggi nel secondo slalom di Coppa Europa Femminile a Gressoney Saint Jean (AO)...

La Borssen ha piegato ogni rivale e si è messa al collo una medaglia che nel primo slalom di ieri, sempre sulle nevi valdostane, le era sfuggito per soli 5 centesimi. Seconda si è classificata l'altra svedese Anna Swenn-Larsson, al suo primo podio in carriera, mentre in terza posizione ha chiuso la tedesca Simona Hoesl.
Pronti via e, come detto, la Borssen scendeva in picchiata lungo i rapid gates della "Leonardo David" illuminata a giorno. Il suo tempo era l'unico a scendere sotto i 51 secondi, anzi in verità era più prossimo ai 50. Tenevano il passo la tedesca Christina Geiger, comunque staccata di quasi 1", la francese Mougel e le altre svedesi Swenn-Larsson e Hansdotter, quest'ultima in "maglia gialla" dopo la vittoria di ieri nello slalom di debutto della Coppa 2010/2011. Tra le italiane la più abile tra i pali stretti si confermava Sabrina Fanchini che, dopo il decimo posto di ieri, tagliava il traguardo della prima manche in settima piazza.
La seconda manche, tracciata dal coach svedese Hyllienmark, si animava fin da subito con un prova maiuscola della slovena Vanja Brodnik che, con il pettorale 77 e 30.ma dopo la prima manche, scendeva senza errori e cominciava la sua scalata verso quello che poi è stato un sensazionale sesto posto finale.
Tra le ultime dieci a scendere, quelle da cui forse ci si aspettava qualcosa in più sono state la campionessa croata Ana Jelusic (solo decima al termine) e l'azzurra Fanchini, che alla fine ha chiuso al ventesimo posto.

La tedesca Hoesl, con il pettorale 36 indosso, è scesa per sestultima e non credeva quasi ai suoi occhi nel vedere diventare un bronzo la sua gara, visto che né la Hansdotter, non brillante come ieri, né la Mougel riuscivano ad andare oltre la quarta e la settima piazza.
Quando al cancelletto si è presentata Christina Geiger, in testa c'era la diciannovenne Swenn-Larsson. La prova della tedesca, desiderosa di riscatto dopo il terzo posto di ieri, era ottima fino a trenta porte dal traguardo, quando sul muro conclusivo della "Leo David" veniva tradita da una piccola lastra di ghiaccio. Il tornado Borssen ora non temeva più nessuno e in un baleno era al traguardo a godersi il suo primo oro di Coppa in questa stagione.
"Sono state due giornate incredibili – ha dichiarato la svedese a fine gara – ieri seconda e oggi prima, non potevo chiedere di meglio."
Tra le azzurre il miglior piazzamento è stato quello dell'altoatesina Sarah Pardeller, che dopo aver chiuso la prima manche in 28.ma posizione, nella seconda frazione ha centrato il quarto tempo di manche e ha chiuso la sua gara dodicesima.

Quella di oggi, con la "Leonardo David" illuminata a giorno, è stata una giornata incredibile nelle parole del presidente del comitato organizzatore Franco Colle. "Abbiamo avuto due giornate fantastiche – ha detto Colle oggi – baciate dal bel tempo e animate da un pubblico entusiasta, in particolare stasera. La nostra volontà era quella di avere qui a Gressoney un evento che potesse essere sia sportivo, sia di grande intrattenimento e divertimento per tutti. Così è andata quest'anno, e ne siamo assolutamente soddisfatti."
Una sintesi dei due slalom disputatisi ieri e oggi in Val d'Aosta andrà in onda martedì 21 dicembre a partire dalle 14,00 su Rai Sport 1.
Info: www.sciclubgressoneymonterosa.it

Classifica:

1) Borssen Therese SWE 1.40.14; 2) Swenn Larsson Anna SWE +9.32; 3) Hoesl Simona GER +11.40; 4) Hansdotter Frida SWE +14.07; 5) Puenchera Jessica SUI +17.30; 6) Brodnik Vanja SLO +17.42; 7) Mougel Laurie FRA +18.40; 8) Gini Sandra SUI +18.58; 9) Wikstroem Emelie SWE +19.80; 10) Jelusic Ana CRO +20.04

Aggiungi un commento