Categoria: 

OROBIE SKYRAID 2009

Maurizio Torri
3/8/2009

Il Team CRazy Idea di Luca Miori, Ricardo Mejia e Giovanni Tacchini mette tutti in fila!!!

La gara, causa meteo, è andata in scena su percorso alternativo

In Download trovi le Classifiche!!

Centinaia gli atleti in rappresentanza di 20 Nazioni, oltre 10.000 spettatori tra l’arrivo e lungo il tracciato e una festa della montagna come mai si era vista prima. È stata questa la terza edizione di International Orobieskyraid 2009 di domenica 2 agosto, spettacolare corsa a staffetta di 84 km, valida come Campionato Italiano a squadre, lungo il Sentiero delle Alpi Orobie bergamasche, in grado di unire ben sette rifugi e toccando i 5000mt. di dislivello. Il primo frazionista sarebbe dovuto partire alle ore 6 da Valcanale e dopo 42km di Skymarathon sarebbe giunto al rifugio Coca da dove avrebbe avuto inizio la seconda frazione di 30km denominata Skyrace, con termine al rifugio Albani. Quindi, gli ultimi 12km di Skyclibing che, dopo la salita lungo il Passo della Porta, avrebbe dovuto condurre i “gladiatori delle Orobie” alla discesa della Presolana.

Purtroppo, le inclementi condizioni metereologiche presentatesi alle ore 6:00 a Valcanale hanno indotto, per una questione di sicurezza, gli organizzatori a modificare il tracciato e a far svolgere tutto nella splendida conca della Presolana, ‘Regina delle Orobie’; questo ha esaltato ulteriormente lo spettacolo tecnico e di pubblico. Un evento spettacolare organizzato da Flyup.it in collaborazione col C.A.I. di Bergamo ed il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo, Parco delle Orobie Bergamasche, Comuni di Castione della Presolana, Colere e Valbondione, Comunità montane Valle Brembana, Valla Seriana e Valle di Scalve. Particolarmente soddisfatto Paolo Valoti, Presidente CAI Bergamo: “L’occasione di seguire “in diretta” l’OrobieSkyraid vuole essere un invito a trascorrere tutti insieme una giornata di emozioni crescenti e condividere una indimenticabile festa in montagna a tuttotondo. Si è riusciti come sempre a far ‘volare’ in alto la passione per la montagna e promuovere la fruizione del grande massiccio delle Alpi Orobie”, Pier Gianni Prosperini, Assessore Sport, Giovani e Promozione Turistica di Regione Lombardia evidenzia l'aspetto agonistico insito in competizioni come questa: “i partecipanti hanno affrontato un significativo momento di sfida interiore, capace di ripagare fatica e sudore con eccezionali soddisfazioni al raggiungimento del traguardo”.

Ha riscosso un enorme successo di partecipanti, oltre ogni previsione, la StraOrobie Family Run Corri coi Campioni, la corsa non competitiva di 6km aperta ai ragazzi e a tutte le famiglie, nella splendida conca della Presolana. Tutti hanno avuto modo così di correre al fianco di grandi campioni come Paolo Savoldelli, Giuseppe Guerini, Fabio May, Renato e Fabio Pasini. Una moltitudine di pubblico a fare festa all'arrivo dei “gladiatori delle Orobie”. La corsa agonistica è stata di altissimo livello e vinta dal Team “Crazy Idea” costituito da Luca Miori, dallo stratosferico messicano RicardoMejia, leader di Coppa del Mondo; e dal nazionale azzurro Giovanni Tacchini. I tre hanno chiuso la loro prova col crono complessivo di 3h’39’31. Secondi classificati gli indomabili atleti della “Valetudo Sky Running Italia” Fabio Bonfanti, Paolo Gotti, Michele Semperboni che, per il secondo anno consecutivo conquistano il Titolo Italiano a staffetta a squadre di Skyrunning, che hanno chiuso la loro prova in 3h46’07’’. Terzo gradino del podio per il Team Km Sport Gromo costituito Fabio Santus, Maurizio Bonetti, Andrea Lazzarini che hanno fermato il cronometro a 3h46’13’’. In chiave femminile confermano i pronostici della vigilia le straordinarie atlete della “Valetudo Sky Running Rosa “A”, Carolina Tiraboschi, Rossana Morè, Lisa Buzzoni, che si laureano vincitrici del Titolo Italiano col tempo 4h51’56’’. Seconde Cinzia Bertasa, Ilaria Fossati, Elisa Pelliccioli dell’”Iz Sky Racing Rosa” in 5h08’56’’. Terzo gradino del podio per il Team “Valetudo Sky Running Rosa “B” di Giuliana Arrigoni, Ilenia Cortinovis, Anna Pacati col crono di 5h12’23’’.

Nel corso della cerimonia di premiazione è stato assegnato anche il Trofeo Parco delle Orobie Bergamasche, un circuito di cinque gare di cui Orobieskyraid è stata l'ultima tappa; la vittoria è andata a Rossana Morè per le donne e a Paolo Gotti per gli uomini. Efficaci come sempre i 300 Soci volontari del C.A.I. Bergamo col supporto dei molti volontari della Sezione ANA di Bergamo, della Protezione Volontaria Civile Bergamo e del Soccorso alpino IV Orobica. Tutto ha funzionato alla perfezione, dai ristori costituiti da acqua, sali minerali, the, frutta, biscotti all'assistenza logistica curata nei minimi particolari. Mario Poletti, detentore del record del tracciato (8h52''31) e ideatore di Orobieskyraid si mostra particolarmente soddisfatto di come sia andata questa edizione e già, in anteprima, annuncia novità per il prossimo anno: “Ricordo come se fosse ieri, il 7 agosto 2005, quando, passando al rifugio Coca e volgendo lo sguardo verso il pizzo, vidi uno striscione che citava “vola come un'aquila sul sentiero delle Orobie”. E fu così che l'aquila concluse il suo ultimo volo (agonistico) e realizzava un sogno. Sogno che non era certo limitato a perseguire quell'interminabile volo ma che era solo il trampolino di lancio verso traguardi ancora più prestigiosi. Oggi, a distanza di quattro anni, è per me motivo di orgoglio sapere che da quel giorno molti ragazzi hanno intrapreso questa disciplina, lo skyrunner, per condividere insieme emozioni come quella di percorrere il sentiero delle Orobie. Con OrobieSkyraid voglio che 300 aquile spicchino il volo, come hanno fatto oggi, su queste meravigliose montagne e che per tutti gli sportivi e appassionati di montagna, sia sempre una festa da ricordare e poter dire...io c'ero e ho lasciato il segno. Già oggi posso ufficialmente dichiarare che la 4^ Orobieskyraid 2010 sarà Campionato Mondiale a staffetta di specilità”. Sulla conca della Presolana non mancava proprio nessuno, anche gli artigiani e produttori locali e tipici delle Orobie hanno avuta la massima visibilità grazie all'OrobieExpo, che si è rivelato per tutta la giornata, dalle 8:00 a tarda notte, un punto di ritrovo e festeggiamenti per tutti.
Il “marchio” doc di questa festosità è stato dato dal concerto di “Bepi & the Prismas” a partire dalle 17:30 e fino a notte inoltrata. Il Bepi, artista bergamasco, è riuscito a richiamare sulla Presolana una folla a dir poco oceanica. È stato uno spettacolo tra il musicale ed il comico, dove l'estro, il modo di essere e di parlare del Bepi hanno rappresentato l'elemento fondante; un continuo variare tra i generi musicali più svariati, mantenendo come costanti il dialetto bergamasco e l'ironia. Per visionare le classifiche e l'ampio servizio fotografico curato dai 15 fotografi di www.Someanza.com visitate il sito ufficiale WWW.OROBISKYRAI.IT.

Aggiungi un commento